share on:

Nei primi mesi di questo 2020 appena cominciato è tempo di guardarsi un attimo alle spalle e di fare un bilancio delle vendite nel mondo device e smartphone per quanto riguarda il 2019. Secondo i dati raccolti dal servizio Market Monitor di Counterpoint, nello scorso anno, il mercato globale degli smartphone ha registrato un calo dell’1%. Una percentuale minima, appena percettibile, che è destinata a ribaltarsi in questo 2020: nel quarto trimestre del 2019, infatti, i dati hanno registrato forti segni di ripresa.

Nel settore della tecnologia il 2019 è stato ricco di innovazioni: sono stati introdotti il 5G e i display pieghevoli. Di contro, l’anno appena concluso, ha determinato anche lo sviluppo di un’atmosfera commerciale e politica decisamente incerta. Secondo Tarun Pathak, Associate Director di Counterpoint Research: “Si è assistito a un aumento delle tensioni tra diversi paesi che hanno influito sul mercato degli smartphone. Le catene di fornitura sono state disturbate, portando varie aziende a riflettere sulle proprie strategie e ridurre la dipendenza dai singoli mercati.” Cosa ci dobbiamo aspettare dal nuovo anno? “Nel 2020 probabilmente si vedranno tentativi di ulteriore diversificazione degli investimenti in aree geografiche per mitigare i rischi.” Uno dei rischi più attuali e concreti è l’attuale epidemia di Coronavirus in Cina, una vera minaccia per le catene di fornitura.

Apple conquista il mercato degli smartphone grazie all’iPhone 11

Le cifre di Counterpoint mostrano la crescita del marchio Huawei che, dopo una strategia aggressiva sul mercato cinese, ha raggiunto quasi il 40% della quota di questo mercato, piazzandosi al secondo posto nella classifica dei marchi più grandi del 2019.

Ma ancor più importanti sono i risultati raggiunti da Apple: dopo due anni di vendite, nel 2019, il celebre marchio simboleggiato dalla mela ha raggiunto la vetta della classifica nel Global Smartphone Market. L’impennata è da attribuire al successo della serie iPhone 11 che ha superato le aspettative, grazie alla presenza di fotocamere multiple, e al prezzo, inferiore al modello precedente.

Questa crescita ha spinto gli altri marchi di smartphone a cambiare le proprie strategie nel 2019. Samsung, ad esempio, ha aggiornato la sua A series, puntando sul segmento medio. Il 5G ha poi offerto agli OEM l’opportunità di guadagnare con il lancio di dispositivi “abilitati al 5G” anticipando l’effettivo switch ai servizi 5G.

Non ci resta che aspettare il 2020, salutato da molti come l’anno della svolta: si prospettano cifre da capogiro, con la vendita degli smartphone 5G pronta a incrementare di circa il 18% i volumi complessivi di forniture di smartphone a livello globale. Niente a che vedere con quel lieve precedente calo.

Come reputi la notizia?
[Total: 0 Average: 0]
Enrico Franzese

Enrico Franzese

Esperto SEO, blogger e appassionato di telefonia.