share on:

La Apple ha sempre offerto prodotti di larga gamma per i suoi clienti, cercando di dar loro il meglio, in termini di performance ma ovviamente anche di prezzi “accessibili”. Uno, tra questi prodotti è sicuramente l’Iphone XR, lanciato nel settembre del 2018 con la novità della “red edition”. Nonostante passi il tempo, per le sue qualità riesce a tener testa alle nuove uscite. Ma adesso analizziamolo nel dettaglio.

Qui sotto i colori ufficiali dell’iPhone XR:

CONFEZIONE

Partendo da qui, per chi è abituato ai prodotti Apple, non avrà grandi sorprese, ma possiamo scorgere alcune novità riguardo la presenza di un cavo USB/lightning, un alimentatore lento da 5V/1A ed un paio di ottime cuffie(ma con l’assenza del jack e la presenza del lightning).

COSTRUZIONE ED ERGONOMIA

Si presenta molto bene come telefono, molto simile al suo predecessore XS. Differenze di spicco si ritrovano nella costruzione, dove vi è l’utilizzo dell’alluminio; la struttura non è molto insolita: troviamo in alto a destra il tasto d’accensione/SIRI, dal lato opposto i tasti del volume, la novità affascinante però, risiede nel fatto che si abbandona il Touch ID per dare il benvenuto al  sistema di gestures super-intuitivo, ovviamente si ha lo sblocco con il face ID. Non risulta affatto difficile maneggiarlo nonostante i suoi 194gr ed è stato dichiarato più resistente il vetro sul retro rispetto ai precedenti modelli. Inoltre, è IP67, il che lo rende resistente all’acqua e alla polvere. Vi è la possibilità di scegliere la sua colorazione tra sei alternative: nero, bianco, rosso (RED), azzurro, giallo e corallo.

HARDWARE

E’ proprio qui che si percepisce che esso sia un top di gamma. Si può notare come presenti buona parte della base del XS, con l’introduzione del nuovo e performante processore Apple A12 Bionic esa-core a 7nm,una GPU quad core, la  Neural Engine octa core. Ma non finisce qui! Diventa Dual Sim. Presenta 3GB di Ram e la possibilità di scegliere una memoria adatta alle proprie esigenze, rispettivamente nei formati da 64,128 e 256 GB. La connettività rimane LTE  ad alta velocità e un ottimo audio, migliore di altri smartphone della sua fascia. Ribadiamo l’assenza del jack e la presenza del face ID e dell’ApplePay.

SOFTWARE

Il software è una costante in questa azienda che viene trasmessa ad ogni prodotto. In questo caso specifico, si parte con IOS 12, ovviamente fino ad arrivare ai successi aggiornamenti, garantendo grazie al processore Bionic A12, ulteriori novità in più rispetto all’ Iphone X. Presenta una funzione molto utile,che è quella dello split-view(la possibilità di aprire un’app, e consultarla in due finestre). Ma ciò che ha contribuito ad alzare l’asticella delle sue qualità, sono le nuove memoji animate!(che ogni fan Apple ha apprezzato fin da subito)

DISPLAY

E’ una delle parti su cui preme soffermarci, in quanto ha ricevuto notevoli critiche per le sostanziali differenze tra un Iphone X o XS, perché in effetti risulta meno avanzato. Ma troviamo un display da 6.1 pollici in HD con una risoluzione pari a 1792x 828 pixel. La tecnologia usata è IPS, economicamente meno costosa e performante rispetto alla AMOLED presente sui prodotti più ambiti della gamma, ma sono riusciti ad ottenere un buon risultato anche per il bilanciamento dei colori, negli angoli di visione e nella luminosità. Una mancanza di un certo spessore la ritroviamo nell’assenza del 3D TOUCH( che corrisponde ad una pressione prolungata dello schermo seguita da un feedback di vibrazione) e questo lo si nota in particolar modo nel centro di notifiche e nella Home, ma è stato inserito per il momento solo al flash, alla fotocamera e alle funzioni “trackpad”…ma Apple(parole sue) si è promessa di colmare grazie all’introduzione dell’HAPIC TOUCH. Aspetteremo con ansia questa novità!

FOTOCAMERA

Per qualche piccola mancanza, l’azienda sa come farsi perdonare. In questo caso ha puntato tutto sulla fotocamera singola(che per qualcuno più fissato potrebbe risultare come una carenza), ma che possiamo dire sia il vero punto di forza di questo modello, nonostante ciò, non impedisce di scattare delle ottime foto con la modalità “ritratto”(ma non aspettatevi di trovare due scene di questa modalità) e nel caso di zoom fino a 2X non ci sarà il sensore per non perdere i dettagli(ma questa sarà l’unica preoccupazione, siccome tutto il resto viene gestito dal software). E’ dotato di una fotocamera esterna da ben 12 megapixel f/1.8 stabilizzata otticamente (già testato sull’ Xs) e dell’ottica grandangolare, che insieme fanno ottenere dei risultati brillanti. La fotocamera interna, di soli 7 megapixel, permette selfie altrettanto di qualità. Ma non dobbiamo tralasciare i video! Permette di girare video in 4K a 60 fps con stabilizzazione elettronica.

AUDIO

Ciò che è saltato subito all’occhio ed ha lasciato insoddisfatti molti utenti, è stata proprio l’assenza del connettore jack e questo comporta che non si potrà ascoltare la musica mentre si sta ricaricando il dispositivo, escluso il caso in cui si abbiano auricolari Bluetooth(ma la Apple aveva pensato proprio a tutto!) Ha messo a nostra disposizione non uno, non due, ma ben tre diversi modelli di Airpods a seconda delle esigenze e dei gusti.

La qualità audio, che utilizza lo stesso speaker stereo dell’XS è ottimo, anche se il volume audio sembra sia risultato leggermente più basso.

CONNETTIVITA’

Ebbene si, anche in questo caso hanno preso spunto dal suo predecessore, il che comporta che abbiano le medesime caratteristiche, se non per il fatto che Iphone Xr è Dual Sim(ma ciò in Italia non ha molto senso, in quanto non esistono operatori in grado di supportare questa particolarità, in quanto si parla di E-sim). Ma troviamo pur sempre i soliti: LTE(leggermente più lento),  Bluetooth 5.0, Wi-Fi, dual-band e l’NFC.

AUTONOMIA

La batteria potrebbe stupire in quanto è di quasi 3000mAh(cosa da non credere ma supera il suo predecessore XS, il che è un grande vantaggio, e questo fa si che la sua autonomia riesca ad assicurare 7 ore di utilizzo schermo con media intensità, permettendo di arrivare a fine giornata con 1/3 della carica completa, e questi risultati sono possibili anche grazie allo schermo meno energivoro e dall’impeccabile ottimizzazione di IOS 12. Ci si è resi conto, però,  che in condizioni di scarsa ricezione del segnale, tende a consumare di più, ma non c’è problema! Basta attivare il risparmio energetico.

PREZZO

Com’è facilmente intuibile, non viene venduto ad un prezzo bassissimo (ma ciò dipende anche e soprattutto dal tipo di taglio di memoria che si vuole acquistare) ma il prezzo di mercato è comunque inferiore all’XS (parliamo di quasi 300 euro, che al giorno d’oggi non sono pochi).

In conclusione, possiamo affermare che la Apple non si smentisce mai in ciò che fa ed è facilmente intuibile che questo sia uno dei modelli migliori in un rapporto qualità-prezzo.

 

Come reputi la notizia?
[Total: 4 Average: 4.5]

Review overview

Velocità8.5
Touch9.1
Display8.8
Fotocamera9.1

Summary

8.9
Giuseppe Sammartano

Giuseppe Sammartano

Esperto di Ecommerce, imprenditore, blogger e appassionato di telefonia.